New Slot, prorogata la sostituzione dei nuovi apparecchi al 30 settembre

avatar
by Orazio Rotunno
1 year ago 0 2018
Gaminginsider-News-New Slot Proroga Sostituzione

Con la Legge di Bilancio 2019 si è concessa la possibilità di introdurre sul mercato apparecchi da intrattenimento con payout al 68% delle giocate, sostituendo così quelle al 70% per far fronte all’incremento del PREU. A distanza di tre mesi dalla approvazione erano meno di un terzo le macchine di ultima generazione attive sul territorio. Sono state sostituite, cioè, poco più di 70.000 slot machine, corrispondenti al 30% della rete nazionale.

Il completamento delle operazioni necessarie per la sostituzione degli apparecchi da intrattenimento a vincita in denaro è stato ufficialmente prorogato al 30 settembre 2019, dopo sei mesi dall’entrata in vigore della Legge di Bilancio 2019. La notizia è stata diffusa dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli tramite una circolare inviata alle società concessionarie di rete. La scadenza delle operazioni avviate tramite una procedura straordinaria aveva un termine fissato per lo scorso 30 giugno, dopo aver subito già una proroga rispetto al primo temine del 30 aprile 2019.

La Legge di Stabilità 2019, è cosa nota a tutti, aveva previsto un incremento del prelievo erariale unico sugli apparecchi AWP a cominciare dal 1° gennaio 2019, fissando altresì il payout non al di sotto della soglia del 68%. In base ad una norma del 2017 era stato fissato il numero massimo di apparecchi da tenere in funzione, un numero non inferiore alle 265.000 unità. Nasce da qui, insomma, la necessità di stabilire delle regole al rilascio dei nulla osta di esercizio, ovverosia i titoli che danno autorizzazione effettiva. Le indicazioni su come procedere sono state fornite tramite una circolare dell’Agenzia dei Monopoli di Stato, inviata alle società concessionarie di rete. Inoltre, ed è da precisare, il rilascio dei nulla osta, tramite i quali è previsto l’adeguamento della percentuale delle somme giocate destinate alle vincite, è consentito ad una sola condizione: ovvero che la relativa istanza sia riferibile alla sostituzione di un corrispondente numero di apparecchi.

Presumibilmente, è da credere, nei primi tempi ci sarà un numero alto di richieste ed è per questo che è stata introdotta una procedura straordinaria, di natura temporanea, per lo snellimento e la velocizzazione del processo sostitutivo di apparecchi. Gli Uffici dell’Agenzia ora hanno il dovere di trattare le richieste di nulla osta d’esercizio presentate ai fini della sostituzione degli apparecchi abilitati a restituire un payout al 68% con assoluta priorità.

Tramite l’ultima circolare diffusa, l’Agenzia ha fatto sapere che è quantomai necessario aver approvato la proroga per la sostituzione degli apparecchi, al fine di “garantire la possibilità di sostituire la totalità degli apparecchi AWP sul mercato”, a fronte di un incremento del PREU sugli apparecchi. Al momento, la sostituzione, dunque, resta irrealizzata. In attesa del prossimo 30 settembre: da qui ad allora le intenzioni dell’Agenzia sono chiarissime.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *